Campionati 2015/16

Tornei


divisorio Info societa divisorio Rose delle squadre divisorio Mister delle squadre divisorio Comunicati Ufficiali divisorio

IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



16/06/2017 - 15:30:05

IL MONTI COMPIE MEZZO SECOLO DI VITA






Giornata di festa al campo sportivo dove si ritroveranno i vecchi e giovani calciatori che hanno fatto la storia dei biancocelesti.

Monti di Licciana Nardi,
L’Unione sportiva dilettantistica Monti calcio 1967 festeggia i 50 anni di vita, l’appuntamento è fissato per sabato 17 c.m. presso lo stadio “Don Bosco” di Monti, dove il programma della tipica giornata di festa vede dalle ore 16 partite di calcio riservate alle vecchie glorie e non. Libero invito a tutti i giocatori, allenatori e dirigenti che nel corso dei cinque lustri hanno indossato la casacca biancoceleste dei dragoni e hanno fatto parte e contribuito a disputare a molti campionati . Iniziando dal primo tecnico Baldassini che nel 1971-72 si aggiudicò il campionato di terza categoria, fino ai giorni nostri. Dalle ore 20 consueta cena nella struttura del club con spettacolo a conclusione del “compleanno” le rituali premiazioni.
Dalle parole di gioia e con un po’ di commozione espresse dal condottiero da oltre più di quaranta campionati senza interruzione è al timone della società; Giulio Cesare Carlotti, a nome di tutti i dirigenti e collaboratori ripercorre con qualche aneddoto pagine di storia scritte dal sodalizio valtaveronense.
“Ho ereditato la presidenza – esordisce il patron – dal dott. Cesare Busticchi, da allora fino ad oggi presiedo e conduco insieme al fratello Gianni con orgoglio questa Società, società di paese che col passare degli anni si è sempre distinta e si è fatta apprezzare da tutto l’entourage del calcio lunigianese e spesso fuori anche dal nostro territorio e provincia”. Tanto sacrificio e altrettanto lavoro sono le componenti fondamentali che ci hanno caratterizzato sia per la crescita e soprattutto per essere riusciti a mantenere la permanenza nel calcio dilettantistico.
In questi ultimi anni il calcio - associa il presidente- ha subito forti trasformazioni, alcune in positivo ma di pari passo con i tempi purtroppo anche in negativo, noi non ci possiamo lamentare i nostri sostenitori e tifosi costantemente non ci hanno mai fatto mancare il loro contributo e sostegno. I vari “gruppi” di giocatori in anni diversi hanno trovato il Monti come una seconda famiglia e soprattutto per questa pregiata motivazione si sono raggiunti alcuni risultati che alla vigilia di certi campionati erano insperate.
Un evento che ricordo con piacere è stato quando abbiamo vinto il campionato di seconda categoria per la prima volta nel maggio del 2002, in seguito i tornei di prima in anni diversi ne abbiamo disputati con tanta dignità soltanto tre. Situazioni meno belle quando i “dragoni” per giocare le loro partite casalinghe hanno dovuto emigrare nella vicina Terrarossa, dato che il terreno e l’impianto era adibito alla servitù militare.
Programmi e progetti – conclude Cesare Carlotti – sono quelli di dare continuità alla nostra attività sportiva, i risultati in questi ultimi anni sono stati più che soddisfacenti, raggiungere diverse finali play off consecutive dopo “tirati” campionati derby compresi non è cosa da poco.
Da un paio di anni è stata allestita anche la squadra giovanile riservata alla categoria juniores non è detto che questo tipo di politica si fermi, anzi c’è anche l’eventualità di ricostruire una scuola calcio, visto il corposo bacino che offre il nostro territorio, mai dire mai, chiudo esprimendo una “lunga vita ai biancocelesti”.






Giulio Cesare Carlotti, il pres. del Monti







Gianni Carlotti