Campionati 2015/16

Tornei


divisorio Info societa divisorio Rose delle squadre divisorio Mister delle squadre divisorio Comunicati Ufficiali divisorio

IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



-

Coppa Cerbai - 2001 PISA OVEST - RINASCITA DOCCIA 0-0 (3-2 dcr)






Il Pisa Ovest di Garuti vince ai rigori la Coppa Cerbai 2001!

Nella storia! Passa dalle grandi parate di Fabeni ai rigori l'ingresso del Pisa Ovest di Stefano Garuti nella storia del calcio giovanile toscano. Ma, se come contro la Pls sono decisivi i tiri dal dischetto, a risultare realmente decisiva è la coesione di un gruppo fantastico che ha saputo confrontarsi con umiltà e qualità con le altre vincenti dei titoli provinciali fino ad alzare l'ambita Coppa. Si arrende ai rigori (come due anni fa, contro il Castelfiorentino) il Rinascita Doccia di Gianni Chiari che ha corso pochi pericoli in difesa, ma non è stato neppure in grado di farne correre troppi agli avversari. E dopo averla spuntata ai rigori ad Avenza, stavolta alza bandiera bianca: ma l'annata dei rossoblu resta memorabile. Tattiche. I ragazzi pisani sono in campo con un 3-4-2-1 nel quale D'Antuono e Doveri sono in supporto a Mannucci. In mediana Cima è fiancheggiato da De Marchi, mentre Burchi e Cutolo sono gli esterni e Barci, Traso e Esposito i tre difensori. Il Doccia risponde con un 3-4-1-2: Nencini è il trequartista in supporto a Franceschini e Capretti. La coppia Bianchi-Iorio in cabina di regia, Cardillo e Ehanire esterni e infine Guerri, Maiorana e Hallabou in difesa. La prudenza fa sì che le due difese più che a tre risultino spesso a cinque e le occasioni si lasciano desiderare per tutto il primo tempo. Sordina. Il match stenta a decollare e l'equilibrio rimane intatto per l'intera frazione. Nessuna nota sul taccuino fino al 15', quando una punizione di Iorio viene ben parata da Fabeni. Tre minuti più tardi Burchi da fuori lascia partire un tiro che Mocali neutralizza in due tempi. Al 20' Doveri smarca Mannucci in verticale, ma Mocali legge bene la situazione e in uscita sventa. Al 30' D'Antuono da fuori scocca un tiro angolato che Mocali mette prontamente in angolo. Al 32' su un corner da destra per i sestesi Maiorana e Guerri sfiorano soltanto la sfera. Un minuto più tardi la lunga rimessa laterale di Burchi consente a cima di tentare la deviazione ma Mocali para. Al 37' Franceschini sfrutta un intervento a vuoto di un avversario per partire palla al piede e lascia partire un esterno destro che passa di poco accanto al secondo palo. Qualcosa. Non troppo, ma qualcosa cambia nella ripresa. Dopo solo un minuto Iorio tenta il tiro da fuori mandando la palla di pochissimo a lato. Al 50' un corner dello stesso centrocampista ex Scandicci viene raccolto di testa da Guerri che però non riesce ad angolare e la sfera termina alta. Complici i cambi (entrano Tafani in regia e Miglietta largo destra), il Doccia prova ad alzare il baricentro, ma il Pisa Ovest non sbanda mai in difesa e rimane pericoloso quando riparte. Al 57' tiro di Franceschini che Fabeni riesce a sventare, sulla ribattuta di Iorio è Mannucci a salvare. Un minuto piu tardi Cardillo da fuori mira l'incrocio ma Fabeni vola per deviare in angolo. Ultime carte. Negli ultimi minuti, anche se continua a prevalere la paura di subire gol, le squadre qualche timido tentativo lo fanno: al 67' Mannucci scarica per Cutolo che da fuori calcia sul fondo. Cinque minuti dopo Barci scende sulla destra e crossa al centro, Lazzeretti tenta la deviazione in anticipo senza inquadrare lo specchio. Al 76' è davvero ghiotta la possibilità per i nerazzurri, perché sul cross da destra di Mannucci al centro Flores è libero da marcatura ma prova l'aggancio e viene chiuso dalla difesa del Doccia. Ultima occasione poco prima del recupero: i 2002 Baragli e Miglietta in pressing recuperano il pallone e proprio Baragli conclude potente: Fabeni para comunque si era alzata la bandierina dell'assistente per l'offside. Lotteria. Ai tiri dal dischetto segnano Baragli e Cutolo, poi superFabeni para la conclusione di Maiorana con un gran riflesso. Lazzeretti trasforma, poi Iorio e Barci si vedono parare i loro tentativi. Realizzano anche Tafani Burchi, poi la parata di Fabeni su Morettini può far partire la festa pisana! Giù il cappello. Di fronte ad una squadra così forte, così solida, così unita. Il Pisa Ovest ha saputo mettere in fila squadre più quotate e ha portato ad una straordinaria maturazione un gruppo pieno di ragazzi ricchi di qualità. Indubbiamente c'è la mano e l'esperienza di Garuti su questo risultato. Decisivo Fabeni, bravi i tre difensori Barci, Traso ed Esposito, l'esterno Burchi e in generale tutta la squadra. Valore aggiunto. Anche il Doccia può contare su un allenatore in grado di fare la differenza. Con Chiari i rossoblu hanno cambiato passo nella stagione e hanno continuato a maturare nel Cerbai. In cui il bel gioco esibito in campionato si è visto solo a tratti ma è emersa la solidità e l'organizzazione di un gruppo che, puntellato dal ds Violi ed affidato a Cavaliere, potrà ben figurare nell'elite. Bene Iorio in mediana, Miglietta e Baragli quando sono entrati, Mocali e i tre centrali Guerri, Hallabou e Maiorana. Cosimo Di Bari
Rinascita Doccia: Mocali, Guerri, Cardillo, Maiorana, Bianchi (72' Pasquali), Hallabou (82' Morettini), Capretti (56' Miglietta), Iorio, Franceschini (78' Baragli), Nencini, Tafani), Ehanire. A disp. Ezani, Cappellini, Morettini, Pasquali, Baragli. All. Gianni Chiari.
Pisa Ovest: Fabeni, Barci, Burchi, Traso, D'Antuono (46' Lazzeretti) Cutolo, Cima (58' Flores), Doveri (56' Amato), Esposito, Mannucci, De Marchi. A disp. Ademaj, Bozzi, Paolicchi, Maini. All. Stefano Garuti.
Arbitro: Mario Picardi di Viareggio, coad. da Salvadori e Vagheggi di Arezzo.