Campionati

  • Giovanili Prof.
  • Dilettanti
  • Giovanili Reg.
  • Giovanili Prov.
  • Femminile
  • Tornei

  • PRECAMPIONATO 17/18
  • Natale 2017
  • Pasqua 2018
  • PostCampionato 2018

  • divisorio Info societa divisorio appstore
    Scarica Campionando sul tuo cellulare!!!!

    android

    IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



    -

    Il punto sulla stagione del Versilia Calcio





    Il Versilia, dopo essersi affacciato tra i regionali nella passata stagione da protagonista, continua a crescere. Il ds Adriano Baesso e tutto il suo staff continuano a lavorare con grande impegno per mantenere i livelli della passata stagione e proseguire anche la crescita. L'annata alle spalle infatti ha consentito di conquistare un ottimo piazzamento tra i regionali, ma anche la valorizzazione di tanti ragazzi finiti poi in società professionistiche. Stiamo facendo bene anche quest'anno, come nella passata stagione" esordisce Baesso. Già, perché se far bene è difficile, confermarsi lo è ancora di più. "Questo richiede una grande programmazione. Io cerco i ragazzi quando comincia l'attività agonistica, ovvero dai Giovanissimi B. Chi decide di sposare il nostro progetto si ritrova con allenatori e preparatori atletici preparatissimi, che cercano di lavorare affinché chi ne ha le possibilità trovi il passo per tentare il salto tra i professionisti. Possiamo contare su un entourage che lavora con metodologie innovative: cito ad esempio mister Agostini e il suo preparatore che utilizzano GPS, paracadute e strumenti che consentono di sapere tutto sulla condizione e sulla crescita del ragazzo".
    Dopo i ragazzi che sono passati tra i professionisti nella passata stagione, Cipriani e Conti, è ufficiale il passaggio di Marco Manfredi, classe 2004, al Livorno. Centravanti dal buon fisico (alto 1,75 cm circa), Manfredi è dotato di buona tecnica, ha un buon tiro ed è anche molto veloce. "E' il secondo anno che è con noi - spiega Baesso - e adesso potrà tentare un'esperienza importante con la maglia amaranto. A fine stagione toccherà al 2003 Tragni passare tra i professionisti, è già tutto fatto anche per lui. E posso anticipare che l'esterno sinistro Leggio, classe 2001, finirà al Carpi. Anche se non disputiamo il campionato regionale, il ragazzo sta facendo benissimo, confermando le qualità che gli avevano consentito già in passato di andare tra i professionisti".
    Un anno fa circa ci aveva detto che l'élite sarebbe stato un salto troppo grande. E' sempre di questa opinione? "Sì. Noi come società e come comprensorio non possiamo competere con le squadre che giocano l'élite. Se partecipiamo a quel campionato siamo necessariamente a cercare la salvezza con altre 3-4 squadre. Credo che, dopo il buon successo dei primi anni, adesso qualcosa vada ripensato: l'introduzione dell'élite ha portato ad un abbassamento del livello dei campionati provinciali, dove ci sono sempre più partite che finiscono con quasi venti gol di scarto. Rischiamo così di andare alla deriva: serve un ripensamento secondo me".
    In cosa può crescere ancora il Versilia.
    "Indubbiamente sulla scuola calcio. Non è caso che abbia fortemente voluto con me Massimo Gasperini, che è la persona giusta per farci ingranare. Attualmente per partecipare al campionato regionale dobbiamo lavorare molti mesi per rinforzare le squadre Giovanissimi B e Giovanissimi. Credo che i ragazzi possano pensare di cambiare società solo quando iniziano il primo anno di attività agonistica, prima sarebbe dannoso per tutti. Non si può toccare il seme dal suo terreno troppo presto, altrimenti si perde. Con Gasperini sono sicuro che faremo un salto di qualità e verranno fuori sempre più ragazzi interessanti dalla scuola calcio. In più abbiamo avviato un accordo di collaborazione con un comprensorio scolastico di Pietrasanta".

    Cosimo Di Bari

    Nella foto, il D.S. Baesso e Marco Manfredi