Campionati

  • Giovanili Prof.
  • Dilettanti
  • Giovanili Reg.
  • Giovanili Prov.
  • Femminile
  • Tornei

  • PRECAMPIONATO 17/18
  • Natale 2017
  • Pasqua 2018
  • PostCampionato 2018

  • divisorio Info societa divisorio appstore
    Scarica Campionando sul tuo cellulare!!!!

    android

    IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



    -

    PIOGGIA DI GOL SU POGGIO A CAIANO






    La stagione agonistica ormai è finita da tempo e i tornei sono terminati. Inizia il lavoro degli ?addetti ai lavori che cercano di trovare i giocatori che possono far fare il salto di qualità. Abbiamo posto cinque domande ai nuovi attaccanti che vestiranno i colori del Poggio a Caiano nella prossima stagione, arrivati grazie all'impegno e la collaborazione del direttore sportivo. Marco Miedico e il responsabile settore giovanile Cristiano Becagli.

    Ecco le 5 domande poste ai bomber delle squadre allievi regionali, Allievi B, giovanissimi provinciali e giovanissimi B:

    1) Cosa ti ha spinto a venire a Poggio a Caiano?
    2) Hai già conosciuto alcuni dei tuoi compagni di gioco?
    3) Che impressione ti ha fatto la società?
    4) Quali sono i tuoi obbiettivi?
    5) Da bomber ora, quanti gol pensi di fare?

    Aiello Samuele (proveniente dal San Giusto), classe 2005 (Giovanissimi B):
    1) Il fatto che vengono altri miei amici e in più il fatto che la società mi sembra abbastanza seria e ambiziosa.
    2) No. Conosco soltanto quelli che vengono dal San Giusto.
    3) Buona! È una società seria e se vuole raggiungere un obbiettivo lo raggiunge.
    4) Migliorare sempre di più. Il mio sogno è diventare un calciatore professionista.
    5) Troppi!!!
     
    Saitta Mattia (proveniente dalla Sestese) 2004 (Giovanissimi) risponde così:
    1) Ciò che mi ha spinto a venire a Poggio a Caiano è stata la voglia e la simpatia del D.S. Marco Miedico, che mi ha voluto qui a tutti i costi.
    2) I compagni li ho già conosciuti, ho legato quasi con tutti e, sia in campo che fuori, mi trovo molto bene  con loro.
    3) La società mi ha dato l'impressione di essere seria e convinta, che punta a vincere il campionato in tutte le categorie.
    4) Il mio obbiettivo qui a Poggio è mostrare ciò che sono veramente, dato che alla Sestese non mi hanno dato la possibilità, pur essendo stato il capocannoniere della mia squadra.
    5) Punto e spero di riuscire a superare i miei 37 goal fatti all'Aglianese due stagioni fa.
     
    Moccia Marco (proveniente dal Calenzano) 2003 (Allievi B):
    1) Una nuova sfida e una nuova esperienza e la grande determinazione da parte del mister e del direttore sportivo.
    2) Sì e sono contento di averli in rosa.
    3) L'impressione è stata buona, avendo visto che la società ha delle idee chiare, motivo per cui ho scelto questa destinazione.
    4) Uno dei miei obbiettivi è vincere il campionato e, se possibile, vincere anche la classifica marcatori.
    5) Il mio obbiettivo è superare i 30 goal fatti a Calenzano, anche se non mi pongo limiti
     
    Daka Mirko (proveniente dal Quarrata Olimpia) 2002 (Allievi Regionali):
    1) Naturalmente la determinazione di voler affrontare un campionato di maggior valore, e per questo ritengo che questa sia la squadra giusta per farlo.
    2) Non ancora, ma avendo già affrontato questa squadra precedentemente, so già che gruppo hanno creato, e credo proprio che riuscirò ad integrarmi al meglio.
    3) La società mi ha dimostrato che è molto convinta di ciò che fa, ed è molto decisa a fare un grande campionato: sicuramente io farò del mio meglio per arrivare a questo.
    4) No, personalmente ho sempre avuto un solo obbiettivo: mostrare veramente chi sono. Penso da sempre che il vero vincitore è colui che riesce a trasmettere le proprie emozioni, e poi naturalmente il risultato viene da sé. 
    5) Questa è una delle mie domande preferite, nonostante non sia mai riuscito a rispondere. Io ritengo che i gol di un attaccante debbano essere una sorpresa. Non amo dare i numeri, i conti si fanno alla fine, preferisco lasciare a bocca aperta!