Campionati

  • Giovanili Prof.
  • Dilettanti
  • Giovanili Reg.
  • Giovanili Prov.
  • Femminile
  • Tornei

  • PRECAMPIONATO 17/18
  • Natale 2017
  • Pasqua 2018
  • PostCampionato 2018

  • divisorio Info societa divisorio appstore
    Scarica Campionando sul tuo cellulare!!!!

    android

    IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



    -

    ALLIEVI B REGIONALI MERITO CATTOLICA VIRTUS - SPORTING ARNO 3 - 1





    Ritmo, velocità e fantasia: sta crescendo la Cattolica che chiude virtualmente la pratica in mezz'ora e tiene in pugno il match per circa sessanta minuti, superando uno Sporting Arno che, molto rinnovato e in attesa di recuperare qualche pedina, sta lavorando per trovare l'amalgama migliore. E può crescere anche la Cattolica che, nel bilancio positivo per la prestazione e il risultato, dovrebbe comunque ripromettersi di concedere meno agli avversari (pericolosi in molte ripartenze) e di risultare più spietata in attacco.
    Moduli. Sarti recupera Del Lungo, schierato esterno a sinistra nel quartetto difensivo composto anche da Duranti a destra e dalla coppia Gentili-Vestrini centralmente. Il vertice basso in mediana è Dallai, mentre Iacovitti e Carfora sono gli interni. In avanti Cocchi gioca praticamente da tre-quartista, mentre Rossi Lottini e Masetti formano il tandem di attacco. Difesa a quattro anche per Dal Piaz, che schiera Parrino insieme a D'Uva davanti a Bacigalupo; esterni agiscono Damiano (a destra) e Petri (a sinistra). Fusser ha il compito di agire da diga davanti alla difesa ed è fiancheggiato da Mazzanti; poi ci sono tre giocatori che avrebbero il compito di supportare Catania (Mecatti, Marchi e Borsotti), ma che in realtà si trovano spesso costretti ad andare dietro la linea della palla. E la prima punta Catania rimane alta a punzecchiare la coppia di centrali avversaria.
    Ritmo giallorosso. Dallai, Carfora e Iacovitti giocano una gara di grandi intensità. E la Cattolica gioca palla a terra fin dalle retrovie, con i dialoghi nello stretto tra i protagonisti del reparto offensivo che si confermano marchio di fabbrica delle squadre targate Sarti. Dopo due minuti di gioco Cocchi batte una punizione dalla destra, Carfora svetta di testa ma non inquadra lo specchio. I padroni di casa tornano a farsi pericolosi all'8' con un mancino di Cocchi che Bacigalupo para a terra. E al 10' Carfora ispira Rossi Lottini che accelera a destra e crossa per Cocchi; controllo e tiro del numero 9 di casa, ma una deviazione spedisce la palla in corner. Passano ancora due minuti e un altro corner guadagnato dai giallorossi porta alla rete del vantaggio: batte da destra Cocchi che trova lo stacco imperioso di Edoardo Gentili. Il capitano giallorosso di testa piazza la sfera dove Bacigalupo non può arrivare.
    Reazione. Lo Sporting, che fino a quel momento aveva fatto fatica a ripartire, costruisce due occasioni nitide per il pareggio: prima al 14' Borsotti scova un corridoio centrale per Catania che sguscia alla coppia centrale e si presenta davanti a Dainelli, ma poi non angola a sufficienza il pallone e così il portiere di casa è bravo a chiudere le gambe e a salvare la sua porta. Passa solo un minuto e Catania accelera in area sulla sinistra guadagnando il fondo; cross basso per l'inserimento di Petri, fermato ancora dall'ottimo intervento di Dainelli. Eccezion fatta per questi due lampi, è sempre la Cattolica a fare la partita: i centrocampisti di casa arrivano sempre primi sul pallone e tengono il baricentro alto. Al 18' un cross di Masetti da sinistra trova Carfora solo in area; il centrocampista di Sarti si coordina per calciare di potenza di collo piede, ma non trova lo specchio. Al 22' altro cross, stavolta da destra, confezionato da Duranti per Cocchi, ma la rovesciata del numero 9 di casa esce di poco. E al 27' il passaggio di Iacovitti libera in area Masetti che calcia di piatto destro, senza sorprendere Bacigalupo.
    Al sicuro. La Cattolica raddoppia al 29', quando Cocchi si incunea tra le linee, Del Lungo detta il passaggio con un inserimento da sinistra e, ricevuta la sfera, il numero 3 di casa da posizione defilata batte Bacigalupo in uscita, dimostrando di avere ambizioni da classifica marcatori (dopo le tre reti su rigore). Protestano giocatori e tecnico rosanero chiedendo la posizione di offside di Del Lungo, ma l'arbitro convalida la rete. Lo Sporting stavolta non fa in tempo ad accenn