Campionati

  • Giovanili Prof.
  • Dilettanti
  • Giovanili Reg.
  • Giovanili Prov.
  • Femminile
  • Tornei

  • PRECAMPIONATO 17/18
  • Natale 2017
  • Pasqua 2018
  • PostCampionato 2018

  • divisorio Info societa divisorio appstore
    Scarica Campionando sul tuo cellulare!!!!

    android

    IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



    -

    ALLIEVI B REGIONALI MERITO CATTOLICA VIRTUS - CAPEZZANO PIANORE 1 - 0





    Soffre, contiene, colpisce, spreca, soffre ancora e poi esulta. Una sintesi a suon di verbi per la vittoria della Cattolica di Gabriele Sarti che supera il Capezzano e contribuisce alla “frattura” della classifica del girone degli Allievi B Regionali, adesso spezzato tra il terzetto di formazioni che si gioca il primato e le altre inseguitrici. In quel secondo gruppetto c’è il Capezzano Pianore di Fabrizio Baldini, che paradossalmente vede allontanarsi le fuggitive proprio dopo aver giocato una gara splendida, tenendo ottimamente il campo, mancando buone occasioni per segnare e recriminando per qualche decisione arbitrale sfavorevole.
    Moduli. Sarti schiera i suoi col consueto 4-3-1-2, posizionando Iacovitti tre-quartista alle spalle del tandem Marchetti-Masetti. A centrocampo manca Dallai e il mediano “basso” è Cocchi, con Carfora e Rocchini ai lati. La difesa è a quattro è composta da Duranti, Vestrini, Gentili e Del Lungo, schierati davanti a Dainelli. Risponde il Capezzano con un modulo identico: davanti a Manattini, Longobardi e Da Mommio sono i due centrali difensivi con Ricci e Gurraj esterni. In mediana Simi cura benissimo le due fasi, Vita e Nicoletti sono due interni che partecipano attivamente alla manovra, il talentuoso Checchi ispira Belluomini e Ratti.
    Capezzano arrembante. I primi minuti mostrano la squadra ospite più spigliata e intraprendente, contro una Cattolica che fatica a costruire le sue manovre. Bravi nel pressing e nel palleggio (nonostante il campo pesante), i ragazzi di Baldini fanno la partita. E al 3’ protestano animatamente, quando nel suo inserimento Nicoletti viene a contatto col piede di Carfora. Il tocco è evidente anche per via “acustica”, ma Rinaldi è coperto e non concede il penalty. Gli ospiti ci provano al 15’ con Vita su punizione, ma la palla termina sopra la traversa. Così nei minuti seguenti piccolo break della Cattolica, che ci prova al 17’ con un tiro da fuori di Cocchi (alto di poco) e al 19’ su un corner calciato da Masetti, sul quale Duranti, appostato vicino al secondo palo, manca per poco il tocco in spaccata per il possibile vantaggio.
    Ancora “Cape”. Scollinata la metà del primo tempo però il Capezzano di Baldini riprende a fare la partita. Al 21’ bella incursione di Belluomini che poi taglia l’area con un rasoterra affilato, senza trovare deviazioni dei compagni. Al 23’ è ancora più ghiotta l’occasione per Gurraj che su un corner, dopo il tocco di testa di Ratti, si trova sulla testa il possibile vantaggio ma indirizza sopra la traversa. Al 25’ una punizione calciata dallo specialista Vita arriva in area; Ratti trova un varco per calciare, ma viene chiuso dalla difesa locale. La Cattolica si vede in avanti solo con un tiro di Rocchini (assist di Masetti) alto, poi ancora gli ospiti vicino al vantaggio: Vita serve nel corridoio Belluomini che prende il tempo alla difesa e si presenta davanti a Dainelli, abilissimo nella respinta di piede per salvare lo zero a zero.
    Bulloni. Mister Sarti durante l’intervallo aggiusta la squadra e tocca le corde giuste. Il Capezzano in mediana durante la ripresa risulta meno incisivo e i cambi inseriti dal tecnico fiorentino apportano benefici alla manovra. D’Oria si posiziona davanti alla difesa, favorendo l’avanzamento di Cocchi, poi entra anche Testa che aggiunge spinta sulla sinistra. Al 50’ la Cattolica si rende pericolosa con Rocchini che, servito di prima da Rossi Lottini, pesca in area Cocchi; il numero 4 di casa si aggiusta il pallone sul destro e calcia splendidamente, ma trova la traversa. Al 54’ il signor Rinaldi concede ai giallorossi una punizione contestata sulla sinistra. Calcia il mancino Testa, Rocchini stacca in anticipo sul primo palo e colpendo “sporco” il pallone lo spedisce alle spalle di Manattini. La risposta del Capezzano è affidata subito ad un colpo di testa di Belluomini sopra la traversa, poi Ratti caparbiamente smarca lo stesso numero 11 che col destro calcia alto. La Cattolica però diventa più incisiva nelle sue manovre offensive: al 62’ Carfora lancia Rossi Lottini che col mancino costringe Manattina a una difficile deviazione in angolo. Sul corner battuto da Cocchi, svetta di testa Carfora che indirizza sul fondo. Passano cinque minuti e una delle più belle azioni della partita potrebbe portare al raddoppio giallorosso: Frascadore con un lancio illuminante innesca Rossi Lottini, che mette il turbo e, arrivato al limite, premia l’inserimento di Carfora: conclusione potente ed angolata del numero 8 di casa, al quale risponde Manattini con un’autentica prodezza per salvare la sua porta. Il finale è di marca ospite: gli ospiti ci provano prima con una punizione di Checchi alta, poi, dopo le proteste per il secondo penalty non concesso (contatto su Ratti) all’81’ ottengono una punizione proprio al limite dell’area (o forse oltre? Proteste anche in questo caso). Calcia Checchi sul fondo. All’ultimo minuto di recupero sale anche Manattini nell’area giallorossa, ma Dainelli blocca con sicurezza e sventa la minaccia. Finisce così 1-0 per i locali. Sconfitta immeritata per il Capezzano, che ha davvero ottimi valori. Merito al carattere della Cattolica, che nella ripresa ha cambiato passo e ha continuato nella sua ottima prova difensiva.
    Giudizi. Tutto il Capezzano merita un elogio. Grandi parate di Manattini, bene sia gli esterni difensivi Ricci & Gurraj che la coppia Longobardi-Da Mommio in difesa; il cervello della squadra Simi gioca un grande primo tempo, ben assistito da Vita e Nicoletti. In attacco ispira con fantasia i compagni Checchi, non segnano ma disputano una grande prova Belluomini e Ratti. Nella Cattolica decisivi Dainelli (una grande parata, tante uscite in sicurezza), Gentili (recuperi provvidenziali) e Vestrini (sempre affidabile), precisi anche Del Lungo e Duranti. Cocchi fatica ad entrare in partita nel primo tempo, ma sale in cattedra nella ripresa; Carfora viene fuori alla distanza, Rocchini, oltre alla rete decisiva, assicura corsa e temperamento in mezzo al campo. Iacovitti cerca di ispirare i suoi con alcune ripartenze, Masetti non ha palloni per colpire, Marchetti è il più pericoloso dei suoi nel primo tempo. Decisivi poi i cambi: benissimo D’oria e Rossi Lottini, bravi anche Testa e Frascadore.

    San Michele Cattolica Virtus-CGC Capezzano P.: 1-0
    SAN MICHELE CATTOLICA VIRTUS:
    Dainelli, Duranti, Del Lungo (50’ Testa), Cocchi (76’ Papi), Gentili, Vestrini, Marchetti Filippo (58’ Frascadore), Carfora Emanuele, Masetti (45’ D’oria), Iacovitti (47’ Rossi Lottini), Rocchini (82’ Giunta). A disp.: Tarchiani. All.: Gabriele Sarti.
    CGC CAPEZZANO P.: Manattini, Ricci (75’ Filippeddu), Gurraj (66’ Bianchi), Simi, Longobardi, Da Mommio, Vita (57’ Bianchi), Nicoletti, Ratti, Checchi, Belluomini. A disp.: Leone Gianmaria, Leone Filippo, Carfora Matteo, Marchetti Emanuele.. All.: Fabrizio Baldini.
    ARBITRO: Lorenzo Rinaldi di Pistoia.
    RETE: 54’ Rocchini.
    NOTE: ammoniti Iacovitti, Vestrini. Corner 4-3. Recupero 0+4’.