Campionati

  • Giovanili Prof.
  • Dilettanti
  • Giovanili Reg.
  • Giovanili Prov.
  • Femminile
  • Tornei

  • PRECAMPIONATO 17/18
  • Natale 2017
  • Pasqua 2018
  • PostCampionato 2018

  • divisorio Info societa divisorio appstore
    Scarica Campionando sul tuo cellulare!!!!

    android

    IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



    -

    JUNIORES REGIONALI ELITE LASTRIGIANA - PROLIVORNO SORGENTI 5 - 0






    Finisce in goleada a La Guardiana dove la formazione di casa ingabbia la ProLivornoSorgenti con ridotta in 10 dopo 27 minuti di gioco. Nel riconoscimento il signor Luddi chiude con una raccomandazione “Con me parla solo il capitano, le ca…te si fanno e non si torna indietro, mi raccomando, il vostro allenatore ha dato la fascia al vostro compagno e con me parla solo lui.”
    Di “inutili” ca…zzate alla fine se ne sono viste un p troppe, ma tant’è veniamo alle fasi salienti.
    Parte subito forte la squadra di casa. Al 2’ punizione dal vertice sinistro, destro a girare di Crini, la palla supera la barriera ma non scende ed esce alta sopra la traversa. Al 6’ azione d’attacco della Pls, batti e ribatti con la palla che arriva a DiStefano appena fuori area, conclusione centrale che Rizzo blocca senza difficoltà. Al 10’ punizione dalla laterale destra, palla sull’out per Jayawickrama che guadagna la linea di fondo superando il difensore, rasoterra sul primo palo con Burgassi che si lancia sulla palla ma viene contrato in angolo.
    Al 17’ Tofanari si presenta a Vozza, punizione sulla trequarti destra, il 10 di casa calcia forte di sinistro verso l’angolino basso, il numero 1 si distende in tuffo e allontana verso il fallo laterale, sulla palla contesa altro calcio di punizione per i padroni di casa. Palla ad un paio di metri dalla bandierina, Tofanari calcia direttamente in porta, Vozza riesce solo a toccare la palla che termina in rete. 1-0. Al 26’ punizione sulla trequarti centrale per la Lastrigiana e giallo per DiStefano. Crini crossa sul secondo palo, torre di Jayawickrama per Burgassi che di testa conclude centralmente addosso a Vozza che blocca. Sul rilancio del portiere Galeazzi protegge palla e Luddi fischia l’ennesima punizione a favore dei padroni di casa, Galeazzi chiede spiegazioni e per tutta risposta riceve il giallo, si volta con un gesto di rabbia e Luddi estrae il secondo giallo mandandolo negli spogliatoi dopo appena 27’ di gioco. Al 30’ punizione in posizione centrale per la Pls, sinistro a girare di Bernardoni, Rizzo respinge e blocca a terra anticipando il tap-in di Filippi. Al 32’ ancora Tofanari su calcio di punizione scalda i guanti a Vozza che respinge. Al 37’ palla profonda per Leoncini affiancato da Marchetti che gli chiude la strada verso la porta, tentativo di cross con la palla che esce e contatto tra i due, Luddi indica la porta di Vozza ma anziché dare la palla al portiere assegna un calcio di rigore a favore della Lastrigiana…. strana gestualità la sua. Crini calcia forte alla destra di Vozza che riesce solo a toccare ma non evita il 2-0.
    Squadre al riposo con la formazione di casa in doppio vantaggio e padrona del campo. Si riparte con la Lastrigiana subito in avanti e la ProLivorno che non riesce a trovare sbocchi alla manovra. Al 7’ Tofanari chiude la partita, ancora su calcio da fermo dalla trequarti centrale, sinistro a girare sopra la barriera e palla sotto la traversa. Alla ripresa del gioco la Pls sorprende la retroguardia di casa con una palla profonda per l’inserimento di Bani, Rizzo è costretto ad uscire dalla propria area anticipandolo, scontro trai 2 con Bani che rimedia un colpo al ginocchio che 2 minuti dopo lo costringerà a lasciare il campo a Consani. Un minuto dopo Curcio sostituisce Leoni.
    Al 15’ angolo da destra per la Lastrigiana palla sul secondo palo e colpo di testa di D’Angelo che anticipa tutti, Di Stefano si oppone con il corpo alla conclusione respingendo la palla sulla linea di porta, Luddi con l’ausilio del terzo occhio posizionato sull’incrocio dei pali continua ad infierire e, malgrado nessuno reclamasse il gol, dice che la palla ha superato la linea assegnando il 4-0 tra le proteste dei livornesi. Al 20’ entra Galerotti per Casalini. La partita che sembrava finita già sul 3-0 ora perde di ogni significato. Al 24’ Pratesi effettua il primo cambio con Becagli che rileva Burgassi. La Lastrigiana rallenta un poco e la ProLivorno, con generosità, guadagna qualche metro senza per creare pericoli dalle parti di Rizzo. Al 35’ punizione di Bernardoni sui 22’ metri in posizione centrale, sinistro a girare con la barriera che si alza bene e respinge. Entra Fossi per Tofanari. Al 39’ palla rubata davanti alla panchina livornese, pronta verticalizzazione per Jayawickrama che punta la porta e calcia in diagonale verso il palo lontano, Vozza si distende in tuffo e ci arriva con la mano destra ma nulla pu sul tap-in di Leoncini, 5-0.
    Pratesi effettua altri 2 cambi e si arriva al triplice fischio. La Lastrigiana stravince con merito una partita giocata con grande attenzione in ogni reparto, non concedendo niente alla ProLivorno che ha come unica attenuante quella di aver giocato in inferiorità numerica per oltre un ora. L’inutile premessa fatta da Luddi ha trovato conferma in quanto visto nel corso della gara, di ca…te ne ha fatte, ma quella sul 4-0 era facilmente evitabile. La coscienza dei propri limiti e la sensibilità possono convivere.
    Lastrigiana: Rizzo, Roselli, Radicchi, Ambrosino, Verdi, D’Angelo, Jayawickrama, Crini(88’DelPela), Burgassi(69’Becagli), Tofanari(82’Fossi), Leoncini(85’Vichi). A disp. Pagani, Simoncini, Bandini.
    All. Pratesi Andrea.
    ProLivorno: Vozza, Marchetti, Giovannoni, Bani(55’Consani), Grillo, Galeazzi, DiStefano, Filippi, Casalini(65’Galerotti), Bernardoni, Leoni(56’Curcio). A disp. Stefanelli, Simeone, Figaro, Garzelli.
    All. Attanasio Alessandro.
    Marcatori: 18’ e 52’ Tofanari, 37’ Crini, 60’ D’Angelo, 84’ Leoncini.
    Direttore di gara: Luddi Marco di Firenze.
    Note: 27’ Espulso per doppia ammonizione Galeazzi, Ammoniti Jayawickrama, Burgassi, Becagli, DiStefano, Bani, Curcio. Angoli 5-1. Recupero 2+2.

    Elio Brilli