Campionati

  • Giovanili Prof.
  • Dilettanti
  • Giovanili Reg.
  • Giovanili Prov.
  • Femminile
  • Tornei

  • PRECAMPIONATO 17/18
  • Natale 2017
  • Pasqua 2018
  • PostCampionato 2018

  • divisorio Info societa divisorio appstore
    Scarica Campionando sul tuo cellulare!!!!

    android

    IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



    -

    Trofeo Toscana VIII Torneo M.Orlandi D.P. AREZZO - D.P. FIRENZE 3 - 2





    Partita da dentro o fuori questo pomeriggio al Campo Comunale Lorentini di Arezzo, dove si sono fronteggiate le delegazioni provinciali di Arezzo e di Firenze, entrambe appaiate a 4 punti e entrambe bisognose dell’intera posta per poter accedere alle semifinali.
    Fin dal primo minuto (e per tutta la durata della partita…) a farla da padrone è il forte vento che complica il compito alle due squadre che iniziano a studiarsi, fino a quando Croci sorprende il portiere ospite con un preciso spiovente da fuori.
    I fiorentini accusano il colpo e due minuti dopo è ancora Croci lesto ad approfittare di un malinteso nella difesa Fiorentina e deposita la rete del 2-0.
    La rete del 2-1 arriva al 26’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo Mecca anticipa tutti di testa, prima della fine del tempo da segnalare un tiro della delegazione ospite che, a porta vuota esce di poco.
    Nella ripresa le squadre continuano a giocare a viso aperto e sono i padroni di casa ad andare vicini al gol con Milani che, sugli sviluppi di un angolo, batte a colpo sicuro da dentro l’area di rigore ma è lesto un difensore appostato sulla linea di porta a respingere di testa.
    A 10 minuti dalla fine è lesto Moriani a sfruttare un assist di Mecca e a depositare in rete la palla del 2-2.
    A questo punto, sul risultato di parità, entrambe le squadre sarebbero eliminate, ed arriviamo all’ultimo minuto: il solito Mecca crea lo scompiglio nella difesa aretina, Barberini respinge corto e la palla arriva all’attaccante della squadra ospite che da 2 metri colpisce la traversa a porta vuota, sul rovesciamento di fronte la squadra di casa conquista un calcio di punizione nella tre quarti avversaria.
    Sulla palla si presenta Sarracino che disegna una parabola insidiosissima che Nardi deve solo sfiorare per segnare la rete del definitivo 3-2.