Campionati

  • Giovanili Prof.
  • Dilettanti
  • Giovanili Reg.
  • Giovanili Prov.
  • Femminile
  • Tornei

  • PRECAMPIONATO 17/18
  • Natale 2017
  • Pasqua 2018
  • PostCampionato 2018

  • divisorio Info societa divisorio appstore
    Scarica Campionando sul tuo cellulare!!!!

    android

    IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



    -

    ALLIEVI REGIONALI ELITE CATTOLICA VIRTUS - TAU CALCIO 1 - 1





    Ci crede fino all’ultimo rimbalzo, la Cattolica. E così lo scontro diretto di Soffiano finisce in parità, come all’andata, col Tau rimontato. Ma prima di parlare della partita non possiamo non rivolgere il nostro augurio di pronta guarigione a Tommaso Carcani, colui che ha aggiustato la partita guadagnando il rigore del pareggio ma anche colui che ha lasciato l’impianto di via Piero di Cosimo in ambulanza proprio nello scontro con Donati: in attesa di migliori accertamenti, la redazione di Campionando è vicina al bravo attaccante giallorosso, che aspettiamo sui campi forte come prima, anzi più di prima.
    Riavvolgendo il nastro, è stato uno scontro diretto che non ha deluso le aspettative. Gozzi schiera i suoi con un 4-3-3, nel quale davanti a Niccolò Carcani c’è la coppia Marconi-Gabbrielli e sugli esterni agiscono Pietro Carcani e Previtera. In mediana Bettoni è il vertice basso, con Giannini e Di Blasio (arretrato e invertito di ruolo con Rosi, dopo pochi minuti); davanti, appunto, c’è Rosi in compagnia di Mazzei a sostegno di Tommaso Carcani. Mister Giuli risponde con un identico 4-3-3: in difesa il 2003 Egger fa coppia con Fanani, Magini Gianmarco e Muccioli sono gli esterni. A centrocampo il cervello Rinaldi è spalleggiato dal dinamismo di Pratesi e dalla qualità di Lorenzo Magini, mentre il bomber Gaddini parte largo a sinistra, Sauro a destra e Amato centrale.
    I primi minuti sono subito intensi, vivaci, combattuti. La Cattolica, rispetto alla gara di andata, è presente e imposta bene le sue manovre. Rimangono poi le caratteristiche del Tau, formazione votata al palleggio e capace di muovere il pallone con grande rapidità specialmente nella fase offensiva. Al 6’ il primo tiro in porta è dei locali: una punizione dalla destra di Pietro Carcani viene raccolta di testa da Bettoni che sceglie bene il tempo e stacca piuttosto solo ma manda sul fondo. Passa un minuto e Mazzei tenta l’imbucata per Tommaso Carcani, ma esce bene Donati che legge efficacemente la situazione. Un minuto più tardi Rosi libera Carcani Pietro sulla sinistra, cross per Tommaso Carcani che sfiora soltanto, poi Giannini conclude sopra la traversa. Al 10’ Tommaso Carcani recupera caparbiamente un pallone sulla linea di fondo, si accentra e va giù in area, ma il signor Franchi fa cenno di proseguire. Al 12’ la prima sortita del Tau: Amato lancia Pratesi che parte in percussione ma viene fermato dalla provvidenziale chiusura di Gabbrielli. Al 13’ ci prova Mazzei da fuori, ma Donati in tuffo respinge. Il Tau cresce minuto dopo minuto e prende sempre più campo. Al 26’ Lorenzo Magini combina con Sauro che poi serve Gaddini, ma l’uscita di Niccolò Carcani è tempestiva. Al 30’ ci prova Rosi con un destro alto, poi al 36’ la migliore occasione del primo tempo per i padroni di casa: Mazzei, liberato da Giannini, si porta avanti il pallone abilmente e crossa col mancino, Tommasdo Carcani sceglie bene il tempo per il colpo di testa ma manda fuori di pochissimo alla sinistra di Donati. Passano tre minuti e il Tau trova il vantaggio: Gianmarco Magini intrrompe un’azione dei giallorossi sulla fascia di competenza e parte in percussione, cogliendo la difesa impreparata: passaggio al gemello Lorenzo che consegna un pallone verso il centro e, dopo il velo di Amato arriva come un treno lo stesso Lorenzo Magini a calciare di potenza accanto al palo alla sinistra di Niccolò Carcani. Il primo tempo finisce con gli ospiti in vantaggio.
    Nella ripresa la Cattolica cerca di recuperare lo svantaggio. Il Tau non vuole prestare il fianco agli avversari e tiene il baricentro qualche metro più arretrato rispetto alla prima frazione. Al 48’ comunque il primo tiro in porta della ripresa è di Sauro che col mancino su punizione manda sul fondo. La Cattolica risponde al 53’: Di Blasio da fuori, al termine di un’azione manovrata dei suoi, riceve da Rosi e conclude alto sopra la traversa. Al 63’ è ottima l’occasione per il Tau: l’ottimo Gianmarco Magini affonda sulla destra e serve un pallone tagliente; il tocco di un difensore giallorosso manda fuori tempo Menconi che col mancino non riesce a concludere. Poi si rivede la Cattolica, che ci mette tanto impegno e carattere, ma che non riesce a vincere il muro difensivo degli ospiti. Al 70’ una punizione di Proietto trova Gabrielli e Di Blasio sul secondo palo, ma nessuno dei due riesce a deviare. Poco più tardi ci prova anche Marconi dopo un’uscita di Donati, ma la palla viene deviata in calcio d’angolo. Anche se il Tau cerca di spezzare il ritmo, la Cattolica negli ultimi dieci minuti ci prova con tutte le energie residue, anche grazie alle forze inserite dalla panchina: al 72’ una punizione di Mazzei col destro cala dietro la barriera ma trova Donati pronto alla deviazione. Due minuti più tardi Previtera crossa da destra e Tommaso Carcani devia sul fondo. All’83’ è coraggiosa e provvidenziale l’uscita di Donati su Cavaciocchi pronto a colpire in area. Franchi ha concesso cinque minuti di recupero. Si è giocato pochissimo, per due cambi e una sostituzione, più l’espulsione di un giocatore della panchina ospite che aveva cercato di perdere tempo. E dunque Franchi prolunga ancora di due minuti il recupero. Vannini sulla rimessa laterale consegna a Niccolò Carcani che rilancia lungo; Mazzei prolunga di testa e Gabbrielli (avanzato da Gozzi centravanti nei minuti finali) di testa lancia Tommaso Carcani; questi si porta avanti il pallone di testa e viene a contrasto con l’uscita di Donati. Il portiere del Tau colpisce anche il pallone, ma l’impatto con l’attaccante è netto. Il gioco sta fermo circa cinque minuti, durante i quali purtroppo si intuisce l’entità dell’infortunio. Il pallone che Niccolò Marconi posiziona sul dischetto pesa quintali. Il capitano giallorosso non se ne cura e spiazza Donati gonfiando la rete. C’è tempo ancora per giocare un minuto e mezzo, prima che arrivi il triplice fischio. La Cattolica esulta, perché aver raddrizzato il risultato quando la partita sembrava compromessa ha un valore inestimabile nella corsa al primato. Ma ci sono ancora tante partite da giocare, ben cinque: e il campionato sarà apertissimo fino alla fine, come lo sarebbe stato se avesse vinto il Tau. E, soprattutto, intuiamo come in casa giallorossa ci sia poca voglia di festeggiare: il pensiero di tutti è per Tommaso Carcani. Per il Tau una buona prova nel primo tempo, in cui i ragazzi di Giuli sono stati compatti, concreti e letali; nella ripresa (e specialmente negli ultimi venti minuti) gli amaranto hanno concesso qualcosa di troppo agli avversari.
    In casa giallorossa pochi interventi per Niccolò Carcani che comunque se la cava bene nelle uscite. Previtera ha un cliente scomodo come Gaddini ma non perde mai la bussola; Pietro Carcani è meno letale quando spinge ma rimane efficace in copertura. Prova superlativa per Gabbrielli, insuperabile in difesa e capace di spizzare il pallone per Carcani nell’azione del rigore; molto bene anche Marconi, che oltretutto segna un rigore difficilissimo. Bene anche Bettoni davanti alla difesa, con Giannini e Di Blasio che lottano nelle due fasi contro il palleggio degli ospiti. In avanti Rosi tenta di ispirare ma è sempre ben controllato; Mazzei è il più incisivo nelle rifiniture e Tommaso Carcani… beh a lui non possiamo che dare 10 in pagella per tutto quello che ha fatto dall’inizio del suo percorso nella scuola calcio giallorossa, passando per la scorpacciata di trofei, per lo scudetto, per le 20 reti di questa stagione e per il rigore procurato con la sua incomparabile caparbietà. Tra i giocatori subentrati, Cavaciocchi (non in perfette condizioni) carbura dopo qualche minuto ma poi sospinge i compagni alla ricerca del pareggio, Proietto dà il cambio efficacemente a Bettoni, Vannini porta freschezza sulla fascia. Masi, Rossi Lottini, Gentili e Bianchini giocano poco ma partecipano alla conquista del pareggio.
    Nel Tau grandi parate per Donati: decisivo più volte con i suoi interventi. Il migliore stavolta è Gianmarco Magini, non soltanto per la rete straordinaria, ma anche per le tante giocate sulla fascia destra e per le efficaci chiusure. Difficili da saltare Muccioli, Fanani ed Egger, una grande prova anche per Rinaldi, un centrocampista davvero prezioso e intelligente; Pratesi è il centrocampista che ogni mister vorrebbe in squadra, Lorenzo Magini offre giocate in velocità capaci di disorientare la difesa avversaria. Gaddini inventa ottime giocate, anche se stavolta non trova il modo di “graffiare”; Amato lotta con i due centrali, servendo un velo straordinario a Magini in occasione del vantaggio, tanto lavoro con e senza palla per Sauro. Gori e Menconi entrano nel momento meno brillante dei compagni, pochi minuti per Rombi e Pini.
    Cosimo Di Bari

    San Michele Cattolica Virtus-Tau Calcio Altopascio: 1-1
    SAN MICHELE CATTOLICA VIRTUS: Carcani Niccolò, Previtera (76’ Masi), Carcani Pietro (81’ Gentili), Bettoni (66’ Proietto), Marconi, Gabbrielli, Giannini (50’ Cavaciocchi), Rosi (54’ Vannini), Carcani Tommaso (86’ Bianchini), Mazzei, Di Blasio (75’ Rossi Lottini). A disp.: Carnevali, Severi. All.: Francesco Gozzi.
    TAU CALCIO ALTOPASCIO: Donati, Magini Gianmarco, Muccioli, Rinaldi, Fanani, Egger, Sauro (56’ Gori), Pratesi, Amato (56’ Menconi), Magini Lorenzo (71’ Rombi), Gaddini (81’ Pini). A disp.: Abutoaei, Bellucci, Pallanti, Silvano, Tartarini. All.: Simone Giuli.
    ARBITRO: Franchi di Firenze.
    RETI: 39’ Magini Gianmarco, 90’ rig. Marconi.
    NOTE: ammoniti Magini Gianmarco al 45’, Bettoni al 59’, Carcani Pietro al 64’, Gaddini all’81’. Espulso un giocatore della panchina ospite all’85’. Recupero 1’+12’. Corner 6-5.