Campionati

  • Giovanili Prof.
  • Dilettanti
  • Giovanili Reg.
  • Giovanili Prov.
  • Femminile
  • Tornei

  • PRECAMPIONATO 17/18
  • Natale 2017
  • Pasqua 2018
  • PostCampionato 2018

  • divisorio Info societa divisorio appstore
    Scarica Campionando sul tuo cellulare!!!!

    android

    IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



    -

    Il Monti rimane in seconda categoria






    I primi verdetti degli spareggi per non retrocedere al momento sorridono solo ai “dragoni” di mister Luigi Della Zoppa, la vittoria nei supplementari, dopo il pareggio nei 90’ regolamentari premia il Monti che riesce a mantenere la categoria dopo un match ricco di emozioni e capovolgimenti di fronte. Invece torna con una sconfitta dalla trasferta lucchese il Mulazzo che è chiamato ad una impresa per poter raggiungere i cugini veneliesi nel girone apuo-lunigianese. Quindi riavvolgiamo il nastro delle due “sorelle” dove il finale di campionato aveva riservato solo amarezze, i dragoni collezionavano tre pareggi consecutivi compreso quello nel derby di Mulazzo, mentre i rosso blu mulazzesi avvicendavano la conduzione tecnica a due giornate dalla fine, in piena crisi di risultati dopo tre stop di fila. Entrambe le compagini in virtù del pari nell’ultimo derby del campionato e della lunigiana dovevano “giocarsi” il futuro in campi avversi, dove le previsioni erano a favore delle squadre di casa. Il club di Monti partito con al seguito molti supporter hanno centrato il primo e unico obiettivo della stagione , a Castelfranco di Sotto in casa della “ripescata” Stella Rossa sono emerse alcune “pedine” di esperienza e specialmente di qualità, come Fabio Giromini, Bruno Salku e “Pupo” Andrea Caldi, pronto a trascinare i compagni e scrivere le ennesime pagine di storia del calcio della Lunigiana. Un aneddoto particolare viene citato dal factotum bianco azzurro Riro Carlotti in rappresentanza del sodalizio tutto, nel festoso viaggio di ritorno a Monti è stata l’occasione di ringraziare la seconda “missione” del mister “Gigi” Della Zoppa, andata a buon fine. “Agganciato alla scaramanzia – associa lo storico dirigente - ho portato con me una vecchia targa di “ringraziamento” per il nostro tecnico, che quindici stagioni fa dopo aver raggiunto la “salvezza “ nello spareggio con i pisani del Vecchiano, la doverosa riconoscenza in occasione dei nostri 50 anni di vita(estate 2017), premio ancora da ritirare dal mitico “Cicci” sono state associate le due cose, con la giustificata commozione del mister lunigianese alla consegna davanti a tutta la squadra, della serie ”non è mai troppo tardi”.
    Nel quartier generale di Groppoli dove i rosso blu del neo team Piastri-Ghelfi, si stanno leccando le ferite, è in programma una rapida ricarica delle batterie dei lunigianesi, intenti a rimediare lo stop di Camaiore, tutta una settimana a disposizione per preparare nel miglior modo l’ultimo sforzo della stagione. Per regolamento la compagine mulazzese avrà a disposizione solo un risultato quello della vittoria, esito che in lunigiana si auspicano,mentre i pisani della Stella Rossa due su tre, vittoria e anche il pareggio.
    Terremoto nella finale play off
    Infine per quanto riguarda la finalissima play off tra il Corsanico e Romagnano dove entrambe erano arrivate con lo stesso punteggio (62 punti) al secondo posto, in virtù della penalizzazione di due punti inflitta ai collinari di mister Tiziano Farnocchia cambia lo scenario per quanto riguarda il verdetto per la vittoria finale, dove al team di mister Paolo Alberti (giunto secondo) al termine dei tempi regolamentari ed eventuali supplementari chiusi in parità il Romagnano si aggiudicherà la finale avendo a disposizione due risultati su tre. Campo designato per l’attesa sfida è stata scelta la sede dello stadio di Camaiore nella omonima Via (inizio ore 16,00).

    a cura di Bruno Fazzini


    I primi verdetti degli spareggi per non retrocedere al momento sorridono solo ai “dragoni” di mister Luigi Della Zoppa, la vittoria nei supplementari, dopo il pareggio nei 90’ regolamentari premia il Monti che riesce a mantenere la categoria dopo un m