Campionati

  • Giovanili Prof.
  • Dilettanti
  • Giovanili Reg.
  • Giovanili Prov.
  • Femminile
  • Tornei

  • PRECAMPIONATO 17/18
  • Natale 2017
  • Pasqua 2018
  • PostCampionato 2018

  • divisorio Info societa divisorio appstore
    Scarica Campionando sul tuo cellulare!!!!

    android

    IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



    -

    ALLIEVI REGIONALI ELITE MARGINE COPERTA - CATTOLICA VIRTUS 0 - 4





    Why Always Us? Un po’ goliardico, un po’ fatalista, un po’ sfrontato (ma legittimo) l’interrogativo che campeggia sulle maglie dei festeggiamenti giallorossi. Per il quarto anno su quattro, nella classe 2002, è ancora la San Michele Cattolica Virtus a sedersi sul trono più alto della Toscana. Anche in questa stagione, andando quasi oltre le leggi della fisica. Perché, se è vero che il lavoro di Paolo Bosi, Luciano Bresci e di tutta la dirigenza per rinforzare l’organico è stato come al solito chirurgico, è innegabile che l’assenza di Campagna e qualche altra defezione subita nel corso della stagione avrebbero potuto scalfire l’indiscusso dominio delle ultime stagioni. Anche perché il Tau Calcio Altopascio, dalla guida tecnica agli innesti mirati, aveva allestito uno squadrone. E anche perché, a memoria di tutti gli addetti ai lavori, nessuno ricorda una squadra capace di vincere sempre, ogni anno, il titolo regionale. Dal Trofeo Cerbai Giovanissimi B, ai tre campionati regionali, con l’aggiunta di uno scudetto.
    E per questa vittoria c’è eccome lo zampino di Francesco Gozzi. Un tecnico capace di vincere quattro degli ultimi sette campionato Allievi d’élite. E, da sempre, un allenatore “socratico”, “maieutico”, che riesce a ottenere il massimo dalle sue squadre, formando un collettivo solido e offrendo un trampolino per ciascun ragazzo verso il calcio degli adulti. È stato così anche in questa stagione. È stato così anche per i campioni d’Italia del 2017, che nella passata stagione cresciuti ulteriormente sotto la cura Gabriele Sarti dopo le magnifiche annate e i trionfi con Vallini, sono maturati ancora.
    Ma c’è una partita da raccontare. Perché il serrato tallonamento del Tau costringeva i giallorossi a non rilassarsi nell’ultimo turno di campionato, per guadagnare almeno un punto in casa del Margine Coperta. Già retrocesso (e auguri alla società bianconera per un pronto ritorno nella categoria che merita per la sua tradizione), ma ancora determinato a raccogliere un risultato positivo. Gozzi schiera i suoi con 4-3-3, recuperando Giannini interno di centrocampo, schierando Cavaciocchi davanti alla difesa e Mazzei e Rosi a sostegno di Pietro Carcani. In difesa c’è Proietto al fianco di Marconi, con Previtera e Vannini esterni. Mister Corrado schiera il suo Margine Coperta con Giuffrida tra i pali; in difesa Giometti e Bonini sono i centrali, Simoni a sinistra e Garofalo a destra; davanti alla difesa Agostini agisce da mediano insieme a Frateschi; Petrucci e Antonelli esterni, con Carlini a supporto di Bertelloni.
    Zavorra. Tanti pensieri paiono passare per la mente dei giocatori giallorossi nei primi minuti. Poco precisi nella costruzione delle manovre offensive (piove e il pallone sul sintetico sguscia come una saponetta), poco “vibranti” rispetto a quanto chiede mister Gozzi dalla panchina. Al 6’ comunque ci prova subito Mazzei che, lanciato da Rosi, viene fermato dalla buona chiusura di Garofalo. Passa un minuto e Rosi da sinistra pennella al centro un cross teso, sul quale Mazzei arriva in anticipo, senza però inquadrare lo specchio. La risposta del Margine, al 15’, è affidata a una punizione di Agostini che da circa venticinque metri scavalca la barriera ma trova Niccolò Carcani pronto alla presa. Al 21’ Vannini tenta l’inserimento a sinistra,il cross arriva sul secondo palo dove Mazzei di testa serve Di Blasio, ma il suo tentativo non impegna Giuffrida. Passa un minuto e Giannini da fuori scocca un mancino che termina di poco sul fondo. Sempre dalla distanza è Cavaciocchi a provarci al 24’, ma la sfera sorvola di poco la traversa. Al 26’ forse la migliore occasione dei giallorossi: Mazzei serve un ottimo pallone per Pietro Carcani che lascia sfilare il pallone e poi conclude col mancino, ma Giuffrida risponde presente con un’ottima respinta. Al 30’ altro tentativo di Giannini che il numero 1 di casa respinge senza trattenere, poi al 37’ è Di Blasio a concludere di testa sul cross di Rosi, ma Giuffrida è attento. Il primo tempo si chiude sullo zero a zero.
    Altro passo. In avvio di ripresa (Corrado aveva già sostituito Frateschi infortunato con Pasotti) un cambio per parte: dentro Bianchini tra gli ospiti e Graziano per i locali. Il primo spunto è del Margine con l’affondo di Carlini che vince il duello col diretto avversario e si presenta in area, ma perde l’equilibrio prima di poter calciare (ed è costretto anche ad uscire poco più tardi). Nell’azione seguente, Previtera parte in percussione sulla fascia destra; raggiunto il fondo il terzino giallorosso mette al centro un pallone tagliente, Mazzei aggancia ma, vedendo un muro di avversari davanti a sé, ha la lucidità per accorgersi che alle sue spalle sta arrivando un meglio posizionato Di Blasio: il numero 11 ospite gonfia la rete locale. Il gol spazza via le preoccupazioni dei giallorossi, che giocano più disinvolti. Al 44’ Rosi da sinistra si porta il pallone sul destro e scocca un gran tiro che esce di pochissimo alla sinistra di Giuffrida. Al 49’ ci prova anche Mazzei che da fuori area manda di pochissimo sul fondo. Il raddoppio giunge al 51’: Rosi con un’iniziativa solitaria a sinistra sfreccia in mezzo a due avversari, entra in area e mira in diagonale l’angolo basso alla sinistra di Giuffrida, per il due a zero. Nel giro di due minuti prima serve l’uscita di Giuffrida per sventare su Mazzei (ben liberato da Pietro Carcani), poi al 53’ Bianchini si avventa sulla ribattuta del portiere ospite a una punizione di Pietro Carcani e mette in rete il tre a zero. Il match è segnato. E il campionato è saldamente nelle mani dei ragazzi di Gozzi. Così, anche se il Margine colpisce un palo al 71’ col bel tentativo di Graziano, poco prima del triplice fischio arriva la magia di Carfora a fissare il punteggio sul 4-0: poco oltre la metà campo, il centrocampista classe 2002 disegna un pallonetto perfetto che batte il portiere di casa.
    Al triplice fischio del direttore di gara può partire la festa giallorossa. Complimenti davvero a un gruppo capace di dimostrare anche in questa annata il suo valore. Decisive le reti arrivate in pieno recupero sia all’andata che al ritorno contro il Tau, decisive le prestazioni superlative fornite spesso, decisiva la lucidità mostrata anche nei momenti più difficili. In questa gara, poco lavoro per Niccolò Carcani, spingono bene Vannini e soprattutto Previtera sugli esterni. Proietto è come al solito affidabile, insuperabile capitan Marconi. Cavaciocchi si disimpegna molto bene come mediano e cresce minuto dopo minuto; un buon primo tempo per Giannini, Di Blasio è solito leone in mediana ed ha il merito di sbloccare il risultato. Mazzei, ben contenuto nel primo tempo, diventa imprendibile nella ripresa; molto buona anche la seconda frazione di Rosi. Pietro Carcani non segna ma continua a risultare prezioso. Buono anche l’inserimento di Bianchini, Masi e di tutti i 2003 fatti entrare da Gozzi nella ripresa. Per il Margine buone le parate di Giuffrida, in difesa se la cavano bene Bonini e Giometti; Agostini è un mediano molto prezioso, Antonelli, Bertelloni e Carlini sono i più pericolosi in avanti.
    E, adesso, domenica prossima subito il ritorno sul palcoscenico nazionale. Un palcoscenico che i giallorossi hanno imparato a conoscere bene due anni fa. E un palcoscenico nel quale i ragazzi di Soffiano sembrano avere voglia di continuare a brillare: consapevoli di non essere gli stessi di due anni fa. Ma anche consapevoli di essere cresciuti ancora, sotto tanti punti di vista. E consapevoli che la Toscana del calcio giovanile vuole sognare ancora con loro.
    Cosimo Di Bari

    Margine Coperta-San Michele Cattolica Virtus: 0-4
    MARGINE COPERTA: Giuffrida, Simoni, Garofalo (41’ Graziano), Agostini (46’ Pievani), Bonini, Giometti, Antonelli, Petrucci, Carlini (43’ Stringari), Frateschi (35’ Pasotti), Bertelloni (45’ Mancino). A disp.: Biagioni, Ferrari. All.: Marco Corrado.
    SAN MICHELE CATTOLICA VIRTUS: Carcani Niccolò (66’ Carnevali), Previtera, Vannini (51’ Masi), Cavaciocchi, Marconi (64’ Rocchini), Proeitto, Giannini (41’ Bianchini), Rosi (58’ Rossi Lottini), Carcani Pietro (70’ Cocchi), Mazzei, Di Blasio (62’ Carfora). A disp.: Bettoni, Del Lungo. All.: Francesco Gozzi.
    ARBITRO: Gianmarco D’Orsi di Prato.
    RETI: 42’ Di Blasio, 51’ Rosi, 53’ Bianchini, 79’ Carfora.