Campionati

  • Giovanili Prof.
  • Dilettanti
  • Giovanili Reg.
  • Giovanili Prov.
  • Femminile
  • Tornei

  • PRECAMPIONATO 17/18
  • Natale 2017
  • Pasqua 2018
  • PostCampionato 2018

  • divisorio Info societa divisorio appstore
    Scarica Campionando sul tuo cellulare!!!!

    android

    IL CALCIO GIOVANILE A LIVORNO E IN TOSCANA



    -

    Fase nazionale Allievi Regionali CATTOLICA VIRTUS - SAVONA 0 - 2





    La prima sconfitta stagionale (nonché la prima sconfitta in assoluto tra le mura amiche) arriva proprio nel giorno del ritorno sul palcoscenico nazionale: un risultato amaro per la Cattolica che incappa in una giornata storta oltre che sfortunata e cede alla concretezza di un tosto e concreto Savona, capace di sfruttare due imprecisioni dei giallorossi. A una settimana dal successo regionale festeggiato a Margine Coperta, la Cattolica di Francesco Gozzi riceve la formazione campione in Liguria con l’obbligo di vincere per evitare di giocare già la domenica successiva. In via Piero di Cosimo c’è il pubblico delle grandi occasioni: dagli addetti ai lavori, ai bimbi della scuola calcio, alla gente del quartiere che accorre a sostenere, come da tradizione, i colori giallorossi.
    Gozzi, ancora una volta, è alle prese con scelte abbastanza obbligate. Recuperato Bettoni (davanti alla difesa), oltre alla pesante assenza del punto di riferimento offensivo Tommaso Carcani manca ancora anche Gabbrielli. In difesa è Proietto a far coppia con Marconi, Previtera e Vannini esterni. In mediana insieme a Bettoni ci sono Di Blasio e Cavaciocchi, con Mazzei e Rosi a supporto di Pietro Carcani. Il Savona risponde con un 4-3-3 che si ripiega in un 4-5-1 in fase di non possesso: Balla e Gambetta sono i tosti centrali di una difesa che può contare sull’affidabilità di Deri e Barisone; a centrocampo Balla agisce da vertice basso, spalleggiato da Donato (uno dei migliori dei suoi) e D’Amoia. Gli scatti di Gaggero (a sinistra) e Nardi (a destra) sono a supporto di Basso.
    La Cattolica comincia col piede giusto. Concentrata, solida e fantasiosa. Al 6’ Cavaciocchi lancia Previtera sulla destra; il cross del terzino destro, abile ad affondare, risulta però irraggiungibile per Pietro Carcani. All’11’, forse, il momento chiave del match. Rosi, poco oltre il centrocampo, si porta elegantemente il pallone sul destro, vede il movimento di Mazzei e lo serve con uno splendido pallone filtrante; il numero 10 di casa sguscia tra i due centrali, entra in area e si appresta a calciare solo davanti a Parodi, ma viene steso da Gambetta. È calcio di rigore. E, trattandosi di “chiarissima” occasione da rete, da regolamento dovrebbe arrivare anche il rosso. Bertuzzi però forse non se la sente (visto il minutaggio?) di sventolare il rosso ed estrae solo il giallo per il centrale ligure. Dal dischetto Pietro Carcani calcia forte e rasoterra, ma il palo alla destra di Parodi salva gli ospiti. L’episodio infonde coraggio negli ospiti. E, inevitabilmente, destabilizza la Cattolica. Che al 21’ rischia: un cross di Chiappori pesca in area Nardi che tenta la deviazione ma Niccolò Carcani con uno straordinario riflesso riesce a salvare. La partita rimane equilibratissima. I padroni di casa ci provano con Pietro Carcani, prima su punizione (in tuffo Parodi mette in angolo), e poi con un destro (buono spunto di Vannini) che esce di poco sul fondo. Al 32’ Cavaciocchi lancia a sinistra Rosi, il quale da sinistra tenta di sorprendere Parodi un tiro-cross ma il numero 1 ospite è attento. L’ultimo tentativo del primo tempo è del Savona: un cross di Gaggero viene raccolto di testa da Basso, ma Niccolò Carcani para con sicurezza.
    È passato poco più di un minuto dall’inizio della ripresa quando il Savona trova il vantaggio: un malinteso nell’area locale consegna la sfera a Basso che, senza stupirsi più di tanto, lo addomestica e lo calcia rasoterra in diagonale alla destra di Niccolò Carcani per il vantaggio dei suoi. La Cattolica prova subito a reagire e al 45’ potrebbero esserci gli estremi per un penalty sulla discesa di Previtera in area: il terzino di casa viene toccato da un difensore, ma Bertuzzi fa cenno di proseguire. Al 54’ percussione di Rossi Lottini che prende posizione contro Gambetta ed entra prepotentemente in area, servendo al centro per Di Blasio: destro potente ma Parodi salva con un grande intervento. Passano due minuti e Pietro Carcani da sinistra serve Mazzei che devia di prima intenzione sul fondo. La Cattolica fa la partita, ma il Savona si difende bene e spezza efficacemente i ritmi giallorossi. Al 63’ ancora protagonista Rossi Lottini, fermato dall’uscita coraggiosa di Parodi, poi sulla ribattuta i giallorossi non riescono a calciare. Al 70’ pericoloso contropiede del Savona, interrotto da Masi che commette fallo su Giglio proprio poco prima del limite dell’area: anche in questo caso sarebbe chiara occasione da rete, ma Bertuzzi adotta lo stesso metro del primo tempo ed estrae solo il giallo. La punizione di Barisone si infrange sulla barriera. Al 73’ ci prova Rosi con un destro potente, ma il solito Parodi mette in angolo. Sul tiro dalla bandierina svetta di testa Marconi ma Parodi respinge. Sul successivo corner a colpire di testa è Di Blasio che manda però sopra la traversa. Mentre la Cattolica tenta di produrre il massimo sforzo alla ricerca del pareggio, un altro errore difensivo spiana la strada al raddoppio ligure: Giglio si avventa sul pallone, evita Niccolò Carcani in uscita e calcia a rete, trovando il salvataggio di Giannini, sulla ribattuta però lo stesso numero 15 recupera la sfera e la consegna a Gibilaro che, appena entrato, firma il due a zero. La Cattolica non demorde e tenta nel recupero di segnare almeno la rete che riduca le distanze: Mazzei, servito da Bianchini, si vede però negare la rete dalla parata di Parodi. Al triplice fischio esulta il Savona: squadra molto fisica, che corre tanto e che possiede alcuni giocatori davvero interessanti. In difesa Balla e Gambetta rischiano il rosso (tollerante a riguardo Bertuzzi) ma alla fine risultano molto efficaci; Donato è un centrocampista dalle ottime qualità e il tridente Basso-Nardi-Gaggero è davvero incisivo.
    La Cattolica, dopo una stagione “divina”, si umanizza. E se possono esserci alcune recriminazioni sulla direzione di gara (manca un rosso agli ospiti, ci poteva stare il penalty su Previtera e Bertuzzi avrebbe potuto estrarre più cartellini verso le entrate in ritardo del Savona), va riconosciuto che non si è vista la migliore Cattolica. Sfortunata e imprecisa (due errori letali in difesa, poca concretezza in attacco), è mancata di lucidità nei momenti più importanti. Ma non è una sconfitta che può minimamente scalfire lo straordinario cammino intrapreso dal gruppo 2002 giallorosso ormai molti anni fa: anzi, forse proprio il fatto di essere “umani”, rende ancora più prezioso quanto fatto in questa stagione. Una stagione in cui non sono mancate le difficoltà, nella quale i ragazzi giallorossi sono riusciti a trionfare, a crescere e a dimostrare il loro valore. Una stagione in cui il condottiero Gozzi ha fatto (come da dodici anni a questa parte, da quando ha iniziato la sua avventura in giallorosso) la differenza, dimostrandosi un valore aggiunto, oltre che un tecnico straordinario. Ma è preso per parlare al passato o per anche solo accennare a bilanci. Perché il calcio, a volte, regala anche sorprese. E, dunque, anche se le speranze di raggiungere tornare alla Final Six somigliano all’utopia, adesso i giallorossi hanno il compito di recuperare le energie (nervose soprattutto) per provare a vincere la seconda gara, con almeno due reti scarto a Colorno. Anche se stavolta non basterà contare sulle proprie forze (il Savona nella terza gara avrebbe a disposizione anche il pareggio), la storia finora ha insegnato che questo gruppo giallorosso non molla mai. E allora… tutti a Colorno!
    Cosimo Di Bari

    San Michele Cattolica Virtus-Savona: 0-2
    SAN MICHELE CATTOLICA VIRTUS: Carcani Niccolò, Previtera, Vannini (51’ Rossi Lottini), Bettoni, Marconi, Proietto (62’ Masi), Cavaciocchi (62’ Giannini), Rosi, Carcani Pietro (69’ Bianchini), Mazzei, Di Blasio. A disp.: Carnevali, Duranti, Vestrini, Carfora, Rocchini. All.: Francesco Gozzi.
    SAVONA: Parodi, Deri, Barisone, Chiappori (75’ Gibilaro), Balla, Gambetta, Nardi, Donato (82’ Savasta), Basso (80’ Farci), D’Amoia (65’ Giglio), Gaggero (56’ Sciutto). A disp.: Tirio, Es-Sady. All.: Cesare Errico.
    ARBITRO: Valerio Bertuzzi di Piacenza, coad. da Kevin Scanu sez. Valdarno e Xherxhinio Toska di Prato.
    RETI: 41’ Basso, 76’ Gibilaro.
    NOTE: ammoniti Nardi all’11’, Gambetta al 27’, Masi al 70’, Gibilaro al 76’. Corner 7-4. Recupero 1’+6’.