Coppa toscana 3cat AR 17/09/2017
QUARTI DI FINALE - Q3

FORTIS AREZZO

MONTERCHIESE
0 - 1


FORTS AREZZO: Claudi, Bennati, Casucci, Morello, Cencini, Vicidomini, Gelli, Banchetti, Giusti, Brunacci, Traore a disp. Gargano, Vestri, Brighi, Rosadini, Porretti, Morelli, Capaccioli All.: Mauro Parri
MONTERCHIESE-ERCOLANA: Conti N., Sanchez, Bisi, Braganti, Benedetti, Bianchi, Ceccantini, Pieracci, Rossi M., Ahmeti, Alberti a disp.: Rossi L., Lepri, Conti J., Garty all. Fabrizio Ligi
Arbitro: Andrea Aglietti (AR.)

La Monterchiese segna nei primi minuti di gioco, si chiude a riccio nella propria met campo, contenendo gli assalti degli aretini e porta a casa tre punti importanti per la qualificazione in coppa; la Fortis, subta la rete, comprime gli ospiti con un pressing asfissiante ed un costante possesso-palla ma le azioni dattacco non vengono mai finalizzate in rete sia per la imprecisione degli uomini di Parri, che per la bravura dellottimo portiere Conti, il migliore dei suoi. Sicuramente avremmo visto un altro incontro se al termine del primo tempo, il direttore di gara, ineccepibile la sua conduzione sino al 44, avesse accordato la massima punizione, per netto atterramento di Traore, solo davanti al portiere, concedendo invece, tra lo stupore anche degli avversari, una punizione in loro favore , per simulazione dellattaccante, il migliore dei suoi per tecnica e per comportamento sportivo. Anche nel secondo tempo stato invocato altro calcio di rigore, per atterramento in area sempre di Traore, ma insensibile larbitro ha fatto proseguire lazione. La Monterchiese , dopo la rete, ha messo in avanti il solo Ahmeti, sfruttando il contropiede prodotto dai lanci lunghissimi del proprio portiere ed in un paio di occasioni ha sfiorato il raddoppio. E stato comunque un valido test per la squadra del Presidente Francesco Martoglio, ristrutturata nellorganico con validi elementi, da poter pensare ad un campionato di vertice ed un rapido ritorno in seconda categoria.
Parte bene la Fortis con Gelli che all8 conclude sopra la traversa; al 9 Claudi che compie un autentico miracolo su tiro ravvicinato di di Pieracci; al 9 sul corner seguente una corta respinta della difesa aretina trova pronto il bravo Amheti che con una rasoiata raso-terra, trova la via della rete in mezzo ad una selva di gambe; da quel momento un assedio continuo per i ragazzi di Parri che cercano con determinazione il pari con tiri di piede e di testa portandosi nella met campo avversaria; al 15 Brunacci, ottima la sua prestazione da regista del centro-campo, al 15 Cencini ci prova di testa; al 18 il capolavoro di Conti che, scavalcato dal pallone , con una autentica prodezza, con la mano di ritorno, lo toglie dalla linea di porta; la pi limpida delle azioni manda solo davanti al portiere Traore che, banalmente sbaglia la rete a porta vuota. Al 22 si vede anche la Monterchiese con Alberti, che manda il suo tiro-cross a sorvolare il montante di Claudi. Ancora azioni dattacco per io locali al 31 e 32 e capolavoro di Conti che neutralizza la staffilata di Brunacci, a fil di traversa; al 36 Bennati , su calcio dangolo, che sfiora di testa il montante; al 43 ancora Traore impegna severamente lultimo difensore. Il secondo tempo scivola sulla falsa-riga del primo con numerose interruzioni ad-arte degli avversari per frenare limpeto e le azioni dattacco con la girandola di sostituzioni eseguite dai due allenatori; ancora fasi offensive dei locali con loccasione pi clamorosa per poter pareggiare il match su calcio dangolo in mischia Benedetti che all 80 salva sulla linea il tiro diretto in porta; in due occasioni gli ospiti hanno sfiorato il raddoppio al 66 con Ceccantini ed al 71 con Bisi, sempre su contro-piede. Difesa ermetica. Porta chiusa per la Monterchiese, la Fortis ha seminato moltissimo ha raccolto solo vento in una giornata serena con un il terreno, quello di Olmo in perfette condizioni. Buona i primi 44 la conduzione arbitrale, discutibili i restanti 49.
Calcio+ per la Monterchiese: Conti, Ahmeti, Sanchez, Benedetti
Calcio+ per la Fortis-Arezzo: Traore, Claudi, Brunacci, Cencini

Commento di : ciro